Terrazzo: arredare con le piante

Piante per il vostro terrazzo Utilizzare le piante per l’ arredo del vostro terrazzo, è inevitabile. Non solo otterrete dei risultati esteticamente piacevoli, ma potrete sfruttare in vari modi questo elemento. Le piante infatti possono rendere bello e allegro il vostro terrazzo, proteggervi dallo sguardo indiscreto dei vostri vicini, in modo da tutelare la vostra […]

Terrazzo: arredare con le piante

Piante per il vostro terrazzo

Utilizzare le piante per l’ arredo del vostro terrazzo, è inevitabile. Non solo otterrete dei risultati esteticamente piacevoli, ma potrete sfruttare in vari modi questo elemento. Le piante infatti possono rendere bello e allegro il vostro terrazzo, proteggervi dallo sguardo indiscreto dei vostri vicini, in modo da tutelare la vostra privacy, qualora fosse necessario, e anche creare un ottima protezione contro il vento.

Nella scelta delle piante che andranno ad arredare il vostro terrazzo, non potrete tener conto solo dell’ aspetto estetico, ma è bene considerare anche la funzione ed il ruolo che esse andranno a svolgere, in base anche alla struttura e alle dimensioni del vostro terrazzo. ma soprattutto in base alla sua portata. Cos’è? Scopriamolo insieme, perchè si tratta di un dato assai importante.

Calcolare la portata del terrazzo

Perché ci siano delle piante sul nostro terrazzo, dobbiamo necessariamente possedere dei vasi, che siano riempiti con della terra. E’ importante quindi, non sottovalutare la capacità che il nostro terrazzo ha nel sopportare il peso. I metodi per capire la portata del nostro terrazzo sono:

  • Ottenere la copia dei calcoli delle strutture
  • Richiedere la valutazione di un architetto o un ingegnere.

La prima soluzione è quella più economica. Solitamente, un terrazzo ha una portata che varia tra i 500 e i 600 kilogrammi per ogni metro quadro. Ci sono dei metodi che aiutano a diminuire il peso dei vasi e sono:

  • La parte che sporge è sempre quella meno robusta, è bene quindi non porre i vasi ed i contenitori più pesanti in quelle zone a aggetto.
  • Potete porre i vasi che hanno un maggior peso sopra ai pilastri o alle travi o anche intorno a tutto il perimetro.
  • Scegliete dei vasi che siano fatti di materiali meno pesanti come quelli in plastica o in fibrocemento.
  • Come strato drenante scegliete la ghiaia, anziché l’ argilla. L’ effetto sarà lo stesso, anche se il peso sarà minore.
  • Cercate di usare dei terricci che non siano troppo pesanti, valutando il peso che hanno quando sono bagnati. Alcuni di essi come ad esempio la torba sono molto leggeri quando sono asciutti ed al contrario sono davvero pesanti quando sono bagnati. Fatevi consigliare da un esperto nel campo.

Vasi per le piante da terrazzo

Ci sono varie cose da considerare quando si acquistano dei vasi per il vostro terrazzo.

  • Funzionalità
    per garantire il passaggio dell’ acqua, è fondamentale che ci siano dei fori sul fondo dei vasi.
  • Resistenza alle intemperie
    e ai cambiamenti della temperatura, per far sì che la pianta sia protetta sia dal freddo e sia dal caldo.
  • Dimensioni
    che variano in base alla pianta che scegliete. La profondità necessaria varia da quaranta centimetri per gli arbusti più grandi, a circa cinquanta centimetri per gli alberi da vaso. Chiedete consiglio ad un esperto.
  • Materiali
    la scelta dei materiali è davvero molto importante. Vediamo quali sono i migliori

 

    • cotto
      pesante, non adatto al gelo, esteticamente piacevole, è uno tra i materiali più usati.
    • legno
      a causa dei danni che provoca l’ umidità necessita di un periodico trattamento per la parte esterna, e di una copertura in plastica o zinco nella parte interna. Non è pesante, non si rompe facilmente, e offre un discreto isolamento termico.
    • plastica
      resiste al calore e al freddo, e anche ai raggi ultravioletti. E’ un materiale leggero e visivamente ha lo stesso aspetto del cotto.
    • fibrocemento e pvc
      non hanno un grande valore estetico ma sono dei materiali davvero pratici e molto leggeri, che hanno una notevole durata nel tempo e non subiscono le variazioni di temperatura.

Contenitori per le piante

provvisti di un opportuno sistema di drenaggio e di spazio sufficiente per le radici delle singole specie scelte. In alcuni terrazzi si possono utilizzare dei contenitori stabili, che sono fissi e aiutano a creare un ottimo riparo contro il vento. Questi contenitori hanno un buon sistema per il drenaggio, ed anche lo spazio necessario per le radici. E’ consigliabile optare per dei materiali leggeri e durevoli, come la plastica e il fibrocemento.

Valutare l’esposizione del terrazzo

E’ di fondamentale importanza, stabilire l’ esposizione del vostro terrazzo, perché vi sia la luce del sole anche in inverno. L’ esposizione migliore è a sud est, anche se anche questa scelta non basta se il vostro terrazzo si trova vicino ad altri palazzi che lo coprono dalla luce del sole.

L’ esposizione verso sud è quella che offre maggiore luce. Durante l’ estate a causa delle alte temperature le piante del vostro terrazzo possono diventare secche, soprattutto se non esiste un sistema d’ irrigazione adatto. Potete usare delle griglie, in legno, in metallo o anche in bambù, che potete ricoprire con delle piante rampicanti, creando così, non solo utili zone per ripararvi dal sole, ma anche un riparo dagli sguardi, a volte indiscreti dei vostri vicini.

Se il vostro terrazzo è invece esposto verso nord, non riceverà una grande quantità di luce solare. Dovrete quindi scegliere con attenzione quali sono le piante più adatte, tra quelle che hanno foglie chiare e con colori accesi, in grado di sopperire alla scarsa disponibilità di luce.

Proteggere dal vento le piante

Se il vostro terrazzo di trova molto in alto, avrete bisogno di creare un buon riparo contro il vento. Le piante sono spesso fondamentali per fare ciò. I modi per riparare il più possibile il vostro terrazzo sono:

  • ripari naturali
    creati con vari tipi di piante tra quelle con il fogliame fitto e che resistono al vento. Esempi di questi tipi di piante sono : l’ alloro, l’ Aucuba japonica, il bosso, l’ oleandro, il Ligustrum japonicum, la Pieris japonica, il Prunus Otto Luyken
  • schermi artificiali
    le pareti a vetrate,le coperture fatte con i mobili, le tende, i tralicci ed i pergolati, assieme alle pareti grigliate.
  • contenitori
    possono essere posizionati a diverse altezze. Sono resistenti e proteggono in modo efficace dal vento, permettendo di coltivare diverse specie anche quelle più delicate
  • parapetti
    che sono solitamente molto alti

Piante speciali

Vi sono nuemrose varietà di piante adatte al vostro terrazzo che hanno caratteristiche particolari. Vediamole nel dettaglio grazie alla nostra guida specifica.







Lascia un Commento

Si prega di inserire solo commenti inerenti l'articolo e l'argomento trattato.