Forno elettrico

Il forno è per chi ama cucinare, un’ elemento indispensabile; vi consente di variare la preparazione dei cibi e cuocerli in modo sano. La cottura al forno, offre cibi sani e dietetici, buoni e saporiti. Fino a pochi anni fa i forni erano soltanto a gas, le opzioni disponibili erano pochissime, ed erano spesso degli […]

forno elettrico

Il forno è per chi ama cucinare, un’ elemento indispensabile; vi consente di variare la preparazione dei cibi e cuocerli in modo sano. La cottura al forno, offre cibi sani e dietetici, buoni e saporiti. Fino a pochi anni fa i forni erano soltanto a gas, le opzioni disponibili erano pochissime, ed erano spesso degli elettrodomestici piuttosto pericolosi. In questi anni è invece possibile trovare tanti forni elettrici, provvisti di molte funzioni e opzioni di cottura.

Tipologie di forno

I forni, possono essere distinti a seconda della cottura usata, e sono:

  • a gas
  • elettrici, ( a convezione naturale o statici )
  • elettrici multifunzione
  • elettrici termoventilati
  • microonde
  • combinati

I vari forni vengono poi distinti a seconda della loro posizione:

  • freestanding
    in blocco con il piano di cottura
  • incasso
    quelli presenti nei mobili delle cucine modulari

i forni a incasso si distinguono a loro volta in:

  • incassati sotto al top, dove si trova il piano di cottura
  • incassati a colonna

Forni elettrici

I forni elettrici hanno due resistenze, una inferiore e una superiore, per la cottura, ed un grill, per la doratura. Questi elementi vengono azionati contemporaneamente o anche in modo separato, per cuocere in modo diversificato.

Forni multifunzione

I forni multifunzione sono una vera e propria evoluzione del forno elettrico. Non solo hanno le resistenze ed il grill, ma anche una ventola; in questo modo la cottura è anche diversificata ancora di più. La ventola si trova sulla parete di fondo della cavità, consente all’aria di circolare, e garantisce in questo modo una cottura uniforme e rapida. Potrete, se desiderate cuocere in modo tradizionale, scegliere di far funzionare soltanto le resistenze elettriche. Esistono inoltre dei modelli che cuociono anche a vapore o a microonde, azionando delle funzioni particolari.

Forni termoventilati

I forni termoventilati hanno una resistenza circolare che si trova nella parte posteriore del forno. Questa funzione permette la cottura contemporanea di cibi, posti su livelli differenti, evitando che si mescolino i sapori e gli odori.

Dimensioni del forno

I forni hanno generalmente delle misure standard:

  • i freestanding, hanno una larghezza di 60 centimetri
  • quelli a incasso hanno una larghezza inferiore ai 60 centimetri: necessitano di qualche centimetro in meno rispetto al vano; la cornice esterna è più grande, per coprire il foro.

I forni fuori misura possono essere:

  • piccoli
    larghezza max 45 centimetri
  • larghi 
    con una grandezza massima di 90 centimetri.

Un forno standard ha una capacità di 50 lt; se la capacità è maggiore di 65 lt. il forno è grande, fino a 35 lt. è invece piccolo. La profondità parte da 45 centimetri ed arriva fino a 55. L’altezza standard è 60 centimetri, anche se in commercio è possibile trovare dei forni che sono alti circa 40-45 centimetri. Per i forni a incasso a colonna deve esserci una distanza del forno da terra di 100 o 110 centimetri: l’apertura deve essere facile, e non deve essere necessario chinarsi, in questo modo si avrà inoltre una maggiore sicurezza per i bambini.

Tipi di apertura

L’ apertura del forno può essere:

  • verticale
    dall’alto verso il basso; una maniglia è posta nella parte superiore dello sportello
  • laterale
    da destra verso sinistra o da sinistra verso destra; la maniglia è posta in verticale
  • senza sportello
    il fondo del forno si abbassa quando si apre e si rialza quando viene chiuso; il tutto funziona attraverso un meccanismo elettrico attivato da un’ apposito tasto, come per il modello LiftMatic della Siemens. I modelli che presentano questo meccanismo vengono installati a parete, all’altezza dei pensili

Tipi di comandi

I pannelli dei comandi, che servono per la programmazione e il controllo del forno, possono essere:

  • tradizionali
    con due manopole: una per controllare le funzioni di cottura, l’altra per scegliere la temperatura; possono essere presenti anche una manopola contaminuti o un’ orologio analogico o digitale
  • con manopole a scomparsa
  • a sfioramento
    i cosiddetti Touch Control, o comandi digitali; sono azionati con un leggero tocco sui punti del pannello che riportano i vari simboli associati alle funzioni
  • con tasti elettronici
  • combinati
    con delle manopole, dei tasti e un display digitale a sfioramento.

Sul display digitale vengono riportate le informazioni che riguardano la cottura.

Funzioni aggiuntive

L’ evoluzione tecnologica, ha portato alla nascita dei forni elettrici multifunzione che comprendono molte funzioni, che rendono il processo di cottura quasi perfetto.

Cottura programmata

E’ possibile programmare l’ inizio e la fine della cottura, e l’ accensione e lo spegnimento del forno. Le fasi della cottura si possono controllare grazie al display digitale. Questa opzione consente un risparmio di energia che può arrivare anche al 50%.

Telecontrollo

Esistono dei modelli che possono essere azionati e regolati a distanza, utilizzando internet o il telefono. In questo modo, potrete accendere o spegnere il forno anche se non siete in casa.

Cottura automatica

Esistono dei sensori che consentono una selezione automatica delle impostazioni di cottura in base al tipo di cibo, e al suo peso. La temperatura, la potenza ed anche i tempi di cottura verranno impostati automaticamente. In alcuni modelli ci sono delle ricette pre-impostate: pizza, pane, ecc ( il programma pizza per esempio crea una concentrazione del calore che somiglia a quella del forno a legna). Esistono anche altri programmi preimpostati che consentono di:

  • scongelare i cibi
  • riscaldare i cibi già cotti

Autopulizia

Esistono dei forni, provvisti di funzioni autopulenti integrate, di due tipi:

  • pannelli autopulenti catalitici: lo smalto che ricopre i pannelli, ha una struttura microporosa; i grassi vengono decomposti attraverso un processo catalitico d’ ossidazione, che trasforma questi residui in gas; i pannelli si possono smontare e sciacquare, anche se vanno sostituiti di tanto in tanto; periodicamente
  • sistema di autopulizia pirolitica: la temperatura arriva a 500°C, e polverizza i grassi trasformandoli in cenere, facile da rimuovere.

Preriscaldamento veloce

Questa funzione è ottima se si necessita del forno già caldo al massimo. Alcuni modelli permettono il raggiungimento di alte temperature in pochissimi secondi.

Funzione vacanze

Il funzionamento del forno viene automaticamente interrotto dopo che non viene usato per più di 12 ore. Ottimo se siete soliti dimenticare il forno acceso.

Memory

È una funzione che consente una personalizzazione della sequenza delle varie fasi di cottura di un piatto.

Funzioni di blocco

Una funzione necessaria per la sicurezza dei bambini. Questa funziona blocca il pannello comandi e lo sportello, non permette che il forno venga aperto o azionato inavvertitamente, e non consente di modificare la cottura impostata.

Elementi interni del forno

Il forno ha al suo interno degli elementi che servono per i vari tipi di cottura:

  • leccarda
    la vaschetta dove viene raccolto il sugo di cottura che si forma con l’ uso della griglia; può essere realizzata in metallo smaltato o in rame
  • griglie
    per grigliare i cibi

Gli elementi invece facoltativi sono:

  • girarrosto
    elettrico, per cucinare allo spiedo
  • termo sonda
    che si inserisce all’ interno dell’alimento, e rileva la sua cottura, regolando la temperatura del forno.






Lascia un Commento

Si prega di inserire solo commenti inerenti l'articolo e l'argomento trattato.