Assicurazione auto meno cara per i neopatentati

L’AEB, ovvero il dispositivo di frenata automatica, permette ai neopatentati di pagare un’assicurazione auto meno cara e di guidare in completa sicurezza

Assicurazione auto meno cara per i neopatentati

Ormai lo sappiamo tutti: l’assicurazione auto in Italia è la più cara di tutta Europa. Ogni anno infatti l’Ivass pronuncia puntuale questo verdetto e gli automobilisti non possono che correre ai ripari. Per ovviare a questo problema molti di loro si armano di tanta pazienza e passano ore a confrontare i prodotti Linear con quelli Quixa, Direct Line e così via al fine di trovare la polizza più conveniente. Sottoscrivere un’rca vantaggiosa è infatti un buon modo per pagare premi meno salati, così come lo è scegliere con criterio le garanzie accessorie sulla base di ciò di cui realmente necessitiamo.

Esistono però alcune categorie di guidatori per le quali i premi tendono comunque ad essere più elevati, nonostante questi piccoli accorgimenti. Una di queste è quella dei neopatentati, i quali si trovano a pagare probabilmente le polizze più care in assoluto. Sembra però che per loro ci siano buone notizie: grazie all’AEB sono previsti infatti sconti sul costo della polizza auto.

Si tratta di un dispositivo installato sulle macchine di nuova generazione che, in caso di emergenza provvede a frenare automaticamente, riducendo così il rischio di incidenti. Spesso infatti i neopatentati, a causa della poca esperienza, rimangono coinvolti in tamponamenti anche bassa velocità. Tali inconvenienti possono arrivare a pesare sul costo annuale dell’rca anche 750€.

Proprio per questo motivo capita spesso che i genitori dei neopatentati scelgano di comprare loro una vettura di seconda mano, magari già un po’ ammaccata, al fine di spendere meno e limitare i futuri danni dei loro pargoli. Forse però, questi non sanno che con una macchina nuova dotata di AEB si potrebbero risparmiare diverse centinaia di euro sul premio assicurativo, fino al 10% secondo le stime del British Insurance Index Premium.

Inoltre tale dispositivo contribuirebbe a ridurre il numero di incidenti sulle strade, così da rendere la circolazione più sicura. Dal momento che le vetture dotate di questo sistema di frenata automatica sono costose, potrebbe essere utile che il governo ne incentivasse in qualche modo l’acquisto, così da renderle accessibili ad un più vasto pubblico. L’organizzazione inglese ha stimato che, tale dispositivo potrebbe impedire la bellezza di 35.500 incidenti all’anno solo nel Regno Unito, evitando oltre 840 casi di persone ferite o uccise e circa 9400 richieste di risarcimento.

A questo proposito non è da escludere che le stesse compagnie assicurative possano inserire la presenza dell’AEB tra i parametri di valutazione del rischio e del premio, un po’ come è stato per la scatola nera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *