La fattura elettronica diventa obbligatoria per la PA

Nel 2007 una legge ha introdotto nell’ordinamento italiano l’obbligo dell’utilizzo della fattura elettronica nei rapporti economici tra la PA e i relativi fornitori. La legge prevede nel dettaglio l’emanazione di due decreti attuativi, ovvero un primo decreto che informi il gestore dl sistema di interscambio, nonché le relative competenze e un secondo decreto che stabilisca nello specifico le procedure operative per l’emissione, la trasmissione e la ricezione delle fatture elettroniche. Fattura elettronica: il sistema di interscambio Il primo decreto ha attribuito all’Agenzia delle Entrate il ruolo di gestore del sistema di interscambio e individua in Sogei S.p.A. il soggetto tecnologico cui demandarne

la fatturazione elettronica tra PA e fornitori

Nel 2007 una legge ha introdotto nell’ordinamento italiano l’obbligo dell’utilizzo della fattura elettronica nei rapporti economici tra la PA e i relativi fornitori. La legge prevede nel dettaglio l’emanazione di due decreti attuativi, ovvero un primo decreto che informi il gestore dl sistema di interscambio, nonché le relative competenze e un secondo decreto che stabilisca nello specifico le procedure operative per l’emissione, la trasmissione e la ricezione delle fatture elettroniche.

Fattura elettronica: il sistema di interscambio

Il primo decreto ha attribuito all’Agenzia delle Entrate il ruolo di gestore del sistema di interscambio e individua in Sogei S.p.A. il soggetto tecnologico cui demandarne la realizzazione e gestione tecnica. Un secondo decreto poi ha stabilito le regole tecniche da adottarsi per la gestione del processo di fatturazione elettronica, le date da cui avranno effetto gli obblighi e i divieti prescritti dalla norma, nonché ulteriori indicazioni operative e linee guida per gli operatori coinvolti.

Secondo i decreti la legge deve essere applicata alle amministrazione dello Stato, anche ad ordinamento autonomo, e gli enti pubblici nazionali. Nel modello operativo scelto dal legislatore è prevista un’unica interfaccia per i fornitori della Pubblico Amministrazione, che gestisce il coordinamento e l’indirizzamento dei flussi informativi.

Questa interfaccia è il sistema di interscambio: ha il ruolo centrale di snodo tra gli attori interessati dal processo di fatturazione elettronica, dunque presidia e monitora il processo di ricezione dei documenti elettronici inviati dai fornitori e il loro successivo inoltro alle pubbliche amministrazioni destinatarie, garantendo la gestione unificata del sistema di identificazione delle stesse. Nel 2008 l’Agenzia delle Entrate è diventata gestore dello SDI e Sogei S.P.A. è diventata il braccio tecnologico e strumentale per l’operatività dello stesso.

Nell’ambito del processo di fattura elettronica sono sostanzialmente tre gli attori  che interagiscono con il sistema di interscambio:

  • gli operatori economici che sono i fornitori dei beni e servizi che emettono fatture alla pubblica amministrazione;
  • gli intermediari, che sono gli operatori in grado di offrire i loro servizi alle imprese e/o alla pubblica amministrazione
  • la pubblica amministrazione, che è il destinatario finale delle fatture che transitano per il SDI.

In sintesi, il sistema di interscambio accredita gli operatori economici e ricevere le loro fatture. Dopo averle verificate e validare, le indirizza alla Pubblica Amministrazione destinatarie, notificando l’esito dell’invio/ricezione tramite ricevute.

Gli intermediari potranno offrire i propri servizi sia alle imprese sia alla Pubblica Amministrazione. In particolare, essi possono emettere le fatture per conto degli operatori economici, trasmetterle al sistema di interscambio, ricevere le fatture per conto delle amministrazioni pubbliche e offrire i servizi di conservazione sostitutiva delle fatture in favore di entrambi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *