Vernici, smalti e pitture: quali scegliere?

L’operazione di tinteggiatura è una pratica che non necessariamente deve essere svolta da un professionista ma, con un po’ di pratica e qualche nozione in merito, si può fare anche da soli. L’aspetto più importante è quello riguardante la scelta degli smalti e gli strumenti da utilizzare.

Lo smalto non è altro che una vernice coprente, utilizzata per dipingere ogni tipo di superficie, soprattutto quando si intende conferire un nuovo “look”alla propria abitazione. Se di buona qualità, gli smalti possono durare anche per lungo tempo, senza sporcarsi facilmente e svolgendo un’azione protettiva alle forti sollecitazioni atmosferiche.

Gli smalti possono essere di due tipi: a solvente e all’acqua. Ad ogni modo, vengono scelti in base all’uso previsto.

Quelli a solvente, sono miscelati con sostanze chimiche, come l’acquaragia. Vengono impiegati per eseguire lavori da esterno per ottenere una finitura a specchio oppure per dipingere componenti ferrose in cattivo stato di conservazione senza bisogno di trattamenti preventivi.

I vantaggi degli smalti a solvente sono: più brillantezza rispetto a quelli a base d’acqua poiché hanno una maggiore capacità coprente offrendo una resa e una finitura che dura più a lungo. Inoltre, sono di facile manutenzione e basta una semplice pulizia con un canovaccio umido. Gli svantaggi, invece, sono rappresentati dall’odore molto acre e pungente causati dagli elementi organici volatili.

Gli smalti all’acqua sono ottimi per effettuare lavori interni alla propria abitazione, offrendo risultati di gran lunga migliori rispetto a quelli a base di solvente soprattutto su alcune superfici come il legno, il ferro e i supporti zincati.

La nota positiva è che questi smalti all’acqua sono inodore e, quindi, non provocano danni alla salute per gli occupanti della casa. Di contro, invece, abbiamo una poca lucentezza delle superfici rispetto agli smalti a solvente e un potere coprente un po’ scarso che, però, si può risolvere con una doppia passata. Infine, gli smalti all’acqua sono poco utili sul ferro arrugginito privo di trattamenti o fondi.

Da oggi, in commercio è disponibile uno smalto all’acqua proposto dalla MaxMeyer con delle proprietà uniche nel suo genere. Si tratta di un composto 3 in 1 dalle alte prestazioni. In pratica, i tre elementi come il fondo, la ruggine e la finitura sono integrati in un solo prodotto, già pronto all’uso. Basta una sola applicazione sulla parete o superficie interessata senza passare nessuna mano di fondo.

Il MaxMeyer 3 in 1 è una soluzione all’avanguardia che promette ottimi risultati in metà tempo. Disponibile nel formato da 0,5 litri al prezzo di 15,90 euro.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *