Igiene - articoli in archivio

  • Shampoo

  • Lo shampoo ha una composizione chimica creata specificatamente per lavare e curare i capelli ed il cuoio capelluto. Gli shampoo sono presenti in commercio in tante versioni, che variano a seconda del tipo di capello o ai problemi del cuoio capelluto. Se desiderate avere maggiori informazioni sull’ argomento vi consigliamo di leggere la nostra guida!

    La parola “shampoo” venne introdotta in Inghilterra nel 1762. Proviene dall’ Hindi, più precisamente dalla parola “champo” che vuol dire: pressione, massaggio. E’ ancora in Inghilterra che Sake Dean Mahomed, membro di una famiglia musulmana del Patna (India), aprì un bagno pubblico dove venivano per la prima volta effettuati dei lavaggi sui capelli. I parrucchieri inglesi successivamente iniziarono ad ottenere lo shampoo bollendo il sapone tagliato nell’acqua e aggiungendo ad esso delle erbe che donavano ai capelli luce e profumo.

    Fu Kasey Hebert che vendette per primo dello shampoo per le strade di Londra. Originariamente non vi era alcuna differenza tra lo shampoo ed il sapone: tutti e due i prodotti erano tensioattivi. Nel 1930 venne introdotto sul mercato il “Drene”, che era il primo shampoo sintetico, che si differenziava molto da una saponetta.

  • Sapone

  • In generale, possiamo dire che questo nome indica, un sale di sodio o di potassio di un acido carbossilico che si ottiene con la saponificazione dei grassi animali o di quelli vegetali che vengono trasformati in acido carbossilico. E’ un tensioattivo, ed è in parte idrofobo; può quindi emulsionare le materie grasse, allontanandole dall’ acqua ( da qui provengono le sue proprietà di detergente ). E’ composto da tre ingredienti: i grassi, la soda ed un liquido in cui la soda caustica è dissolta. I liquidi sono di vario tipo: l’acqua, di solito distillata o che in ogni caso contenga poco cloro; gli infusi di erbe; i succhi di frutta, che devono essere naturali e senza zucchero e additivi. Dai primi due è possibile ottenere un sapone chiaro, incolore; dai concentrati di frutta e verdura si ottiene il sapone colorato ( grazie al betacarotene in esso contenuto ).

    I grassi e gli oli sono tra gli ingredienti fondamentali. L’olio di oliva è stato a lungo considerato la componente di base del sapone. Gli oli di girasole, di palma, di mais, di arachidi, e quelli di riso, si trovano facilmente e possono dare al composto delle caratteristiche davvero uniche. Sono meno semplici da trovare ( ed anche meno economici ) i grassi nutrienti, come: gli oli estratti dalle mandorle dolci, dall’avocado, dai noccioli dell’albicocca, dal cacao, dalla canapa, dalla jojoba, dal germe di grano, dalle noci, dai semi di lino. Questi ultimi hanno un influenza sul sapone pari circa al 20% del peso complessivo.

  • Bagnoschiuma

  • Il “corpo” è una parte di noi che ha esigenze differenti rispetto ad altre parti del corpo stesso. L’igiene del nostro corpo avviene con il bagno o con la doccia. Il bagno è certamente la soluzione più rilassante. Comporta un’ immersione del corpo all’ interno della vasca piena di acqua e di lozioni profumate che detergono, e spesso riescono a rendere questo rito un momento di completo rilassamento. Per molte persone, il bagno è diventato un vero e proprio rito quotidiano per concludere ad esempio una giornata stressante. La doccia è invece la soluzione più veloce, che offre però una

  • Bagnoschiuma: scelta e acquisto

  • Informazioni utili per la scelta Il bagno viene spesso scelto in base al proprio umore, e in base a questo verranno scelti anche quali sono gli oli aromatici adatti alla situazione. Se desiderate fare un bagno rilassante le fragranze migliori sono: la lavanda, il sandalo o l’ olio alla rosa. Per un bagno energizzante invece vi consigliamo di usare: la menta, il rosmarino o l’eucalipto, o anche il bergamotto,ed il limone. Prima di uscire non asciugare, ma massaggiare, in modo che le ultime gocce di acqua possano cadere. La durata ideale di un bagno deve essere di un’ ora circa. E’ un rituale molto antico, che

  • Deodorante

  • Il deodorante è un preparato cosmetico che serve per prevenire e combattere gli odori corporei, che sono tipici della zona ascellare. Per capire al meglio l’importanza del deodorante, bisogna capire che i cattivi odori che il corpo in alcuni casi sprigiona, in particolare in alcune aree, non dipende soltanto dal sudore, o per meglio dire non soltanto dalla sua composizione: il sudore non ha odore; sono i batteri che si trovano al suo interno che possono propagare in alcuni casi un odore non proprio gradevole. Per questo motivo è necessario contrastarlo sul nascere, prima della sua formazione; i prodotti usati