Salute - articoli in archivio

  • Ketchup

  • Una definizione semplice e lineare ci porterebbe a sostenere che il ketchup altro non è che una salsa particolare, adatta ad essere accostata a diverse tipologie di alimenti. La tradizione vede questo prodotto dal nome americaneggiante spalmato su un piatte di patate fritte, tagliate in maniera stretta e lunga, riproponendo quello che è un simbolo dagli USA.

  • Rumore: danni all’organismo

  • I danni provocati dal rumore all’organismo umano e alla salute psichica Il giudice decide il rimborso per eccesso di rumore a seconda della tipologia di danno causato. Ne esistono quattro: biologico, morale patrimoniale ed esistenziale. Il primo tipo di danno, quello biologico consegue alla nascita di un problema relativo alla salute o all’insorgere di una malattia. È generalmente stimato quello che dura anche in seguito alla cessazione del rumore che lo ha causato. Sovente è individuato in modo automatico il collegamento di causa-effetto tra il rumore e il danno. Anche se alcuni giudici richiedono delle perizie psiconeurologiche.

  • OGM: sviluppo, effetti, etichetta

  • Al momento della loro comparsa gli organismi geneticamente modificati erano caratterizzati da una elevata semplicità, ed erano interessati da modifiche tutto sommato ridotte e di facile intuizione.

    Con il passare del tempo e l’evolversi delle conoscenze in materia, le modifiche applicabile crebbero notevolmente di complessità. Iniziarono così ad essere sfruttati anche dei particolari enzimi, che lavorano come delle formici, riuscendo a tirar fuori dei pezzetti di Dna dal genoma di origine. Tali enzimi, definiti “di restrizione”, a questo punto si servono del Dna ligasi al fine di inserire tali pezzetti nel cosiddetto “vettore ricevente”. Nella categoria di questi ultimi rientrano virus, plasmidi e batteri.

    In realtà, è bene sottolineare che le modifiche genetiche non sono solo frutto dell’ingegneria genetica, ma risultano spesso da incroci che casualmente si verificano in natura. A questo punto viene spontaneo chiedersi quale delle due opzioni sia preferibile, se le modifiche frutto di ingegneria genetica o le modifiche che la natura spontaneamente ci offre. La differenza principale è rintracciabile nella prevedibilità dei risultati. In altre parole, l’ingegneria si basa su una selezione di tipo genotipica, che prende piede proprio da caratteristiche intrinseche genetiche. Viceversa, i processi naturali si servono di modifiche di tipo fenotipico (che partono da caratteristiche visibili).

  • Acne: peeling e laser contro macchie e cicatrici

  • Nel momento in cui l’acne, in seguito a terapie specifiche, arriva allo stadio finale del suo corso, sino alla regressione, non rende sempre un’epidermide liscia e senza difetti. A tanti rimangono sulla pelle resti più o meno distinguibili, come per esempio delle vere e proprie cicatrici, sovente anche parecchio profonde, iperpigmentazioni post-infiammatorie (cioè macchie bruno-rossastre) oppure pori dilatati.

    Le terapie di medicina estetica adatte contro le “tracce”dell’acne sono il laser resurfacing, consigliato in caso di segni molto profondi e diffusi e i peeling, validi in presenza di macchie, lesioni superficiali oppure pori dilatati. Sono tutt’e due competenza solo dello specialista, il quale deve determinare l’attinenza e l’intensità della terapia, e si possono usare solamente se l’acne è ormai “inattiva” e se non sono presenti comedoni o brufoli infiammati.