Isolamento acustico - articoli in archivio

  • Rumore: danni all’organismo

  • I danni provocati dal rumore all’organismo umano e alla salute psichica Il giudice decide il rimborso per eccesso di rumore a seconda della tipologia di danno causato. Ne esistono quattro: biologico, morale patrimoniale ed esistenziale. Il primo tipo di danno, quello biologico consegue alla nascita di un problema relativo alla salute o all’insorgere di una malattia. È generalmente stimato quello che dura anche in seguito alla cessazione del rumore che lo ha causato. Sovente è individuato in modo automatico il collegamento di causa-effetto tra il rumore e il danno. Anche se alcuni giudici richiedono delle perizie psiconeurologiche.

  • Inquinamento acustico: legge e giudice

  • Il ricorso al Giudice e alla legge per problemi di inquinamento acustico e scarso isolamento acustico Il ricorso al giudice è la decisione che prendono in molti poiché questo delegherà un Consulente tecnico d’ufficio, ovvero un perito esperto nel campo delle misurazioni acustiche, che si considererà dei parametri più rigidi di quelli che usa la legge 447/95 per stimare la soglia di tollerabilità del rumore. L’attesa dovrebbe essere di alcuni mesi. Il compito del giudice, non è soltanto quello di decidere subito le misure per bloccare il disturbo, ma deve anche stimare, nel caso particolare, quale sia l’entità del danno

  • Condominio: rumori e isolamento acustico

  • Problemi da mancato isolamento acustico in condominio I litigi provocati dagli eccessivi rumori sono sempre più abituali, particolarmente nei condomini. Nella maggioranza dei casi è consigliabile trovare un accordo, anche scendendo a qualche compromesso poiché in caso contrario bisogna recarsi dal giudice. Se si tratta di un palazzo unico e di un condominio non è sicuro che l’amministratore possa, oppure voglia, prendere una posizione, difatti, nel caso in cui il disturbo non sia causato da un impianto, ad esempio l’ascensore o la caldaia, e nel caso in cui non ci siano disposizioni nel regolamento del condominio, l’amministratore non possiede materialmente

  • Isolamento acustico: i decibel

  • Misurare i liveli di rumore per l’isolamento acustico: i decibel ammessi Come unità di misura riguardante l’ampiezza di un segnale in acustica è stata inserita la scala deciBel (dB). L’intensità che viene espressa in deciBel è legata dalla proporzionalità diretta al rapporto tra l’intensità del segnale e un valore preso come riferimento. Per determinare il rumore in base agli effetti che ha sull’orecchio umano serve però istituire una corrispondenza tra dati oggettivi e sensazione sonora.

  • Isolamento acustico del controsoffitto

  • Sistemi di isolamento acustico del controsoffitto Per fermare efficacemente la diffusione del suono possiamo anche intervenire sul soffitto. Sovente si è obbligati a farlo quando non possiamo isolare il pavimento. Visto che i rumore si propaga in tutte le maniere e movendosi per tutte le vie possibili, sovente non è sufficiente isolare le pareti divisorie. Difatti le onde sonore possono arrivare dal soffitto e poi diffondersi nelle stanze interne tramite i muri. Si pensi, ad esempio, alle vibrazioni che vengono prodotte dalla fase di centrifuga della lavatrice che negli ambienti adiacenti diventano rumori aerei, ma si propagano anche sulle strutture

  • Isolamento acustico delle pareti

  • Isolamento acustico della parete di un appartamento o di una casa I sistemi odierni di costruzione richiedono delle pareti leggere, ovvero sottili. Però, in questa maniera, l’isolamento acustico non è garantito sono svariate le soluzioni con le quali si può ottenere un fonoisolamento efficace. Per la selta bisogna considerare che esistono dei materiali capaci di assicurare anche un’alta coibentazione termica, mentre degli altri, altamente porosi, sono dei pessimi isolanti termici anche se sono ottimi isolanti acustici.

  • Isolamento acustico delle finestre

  • Isolamento acustico dei serramenti, come porte e finestre È sufficiente una minuscola apertura o una crepa nei serramenti per neutralizzare tanta parte dell’intervento attuato per eliminare l’intrusione dei suoni provenienti dall’esterno. Per circoscrivere l’entrata di rumori che provengono dall’esterno, bisogna scegliere i serramenti valutando la loro capacità fonoisolante. Tale caratteristica è legata al materiale del telaio e dalla sua proprietà di trasmissione del rumore, dallo spessore e dal tipo di vetro, dall’assemblaggio dei profili, dalle guarnizioni, dal fissaggio alla muratura. Generalmente, i materiali di metallo propagano maggiormente il rumore rispetto, ad esempio, al pvc e al legno.

  • Come migliorare l’isolamento acustico di casa

  • I rumori vengono amplificati se un appartamento è vuoto o poco arredato. L’uso di perlinati, boiserie, tendaggi doppi, moquette e tappeti facilita l’assorbimento dei suoni. Tali materiali servono a correggere acusticamente un ambiente ma non contrastano la fuoriuscita o l’entrata del suono dalla o nella stanza.

  • Isolamento acustico: case vecchie

  • Isolamento acustico nelle case esistenti e di vecchia costruzione Si può affrontare la questione dell’isolamento acustico anche in un’abitazione esistente sia nel corso di una ristrutturazione che durante una manutenzione ordinaria. Le fonti del rumore dovrebbero essere già conosciute ma bisogna che le vie di trasmissione del suono (particolarmente perimetrale) vengano valutate. Durante la ristrutturazione è necessario che la disposizione delle camere rispetto sia ai vicini che alla struttura dell’edificio venga calcolata bene; poi bisogna considerare il tipo di costruzione (a muri portanti di mattoni pieni oppure in cemento armato) per usare la tecnica più appropriata di in sonorizzazione; infine

  • Isolamento acustico delle case

  • I fastidi provocati dai rumori che penetrano in casa e da quelli che vengono prodotti dentro all’abitazione stessa non devono essere trascurati, anche se si è soliti a sopportare. Sin caso il rumore passi il limite di tollerabilità e sia prolungato nel corso del tempo, causa difatti anche dei disturbi collegati all’udito, inoltre a quelli che si possono ripercuotere sul sistema nervoso. Assicurare il comfort negli ambienti casalinghi, garantendo una soglia di rumore accettabile, si trasforma così in un’esigenza che è regolamentata anche dalla legge.